E.428 da Piko?

Utilizza questo forum per ricevere informazioni e parlare della tecnica del modellismo ferroviario.

Re: E.428 da Piko?

Messaggioda Marco Fornaciari » venerdì 30 settembre 2022, 22:44

A spanne ritengo che il prezzo finale sia vicino a quello della Ae 6/8 BLS in consegna da ACME in questi giorni.

Saluti
Marco Fornaciari
____________________________________________________________
Meglio essere folli per proprio conto, che saggio con le idee degli altri.
F.W. Nietzshe
Avatar utente
Marco Fornaciari
Capo Stazione Superiore
Capo Stazione Superiore
 
Messaggi: 4933
Iscritto il: venerdì 22 settembre 2006, 19:34
Località: Sorbolo di Sorbolo Mezzani (PR)
Interesse per i treni reali: Si
Interesse per i treni in modello: Si

Re: E.428 da Piko?

Sponsor

Sponsor
 

Re: E.428 da Piko?

Messaggioda Marco Fornaciari » venerdì 30 settembre 2022, 22:46

Marco Del Dotto ha scritto:Giusto, non ci avevo pensato
Marco.


Per quello ho citato i modelli Italeri, ruote sono esattamente in scala, tanto sono statici. :!:

Ma c'è anche chi ha fatto il telaio e li ha motorizzati. :x :D

Saluti
Marco Fornaciari
____________________________________________________________
Meglio essere folli per proprio conto, che saggio con le idee degli altri.
F.W. Nietzshe
Avatar utente
Marco Fornaciari
Capo Stazione Superiore
Capo Stazione Superiore
 
Messaggi: 4933
Iscritto il: venerdì 22 settembre 2006, 19:34
Località: Sorbolo di Sorbolo Mezzani (PR)
Interesse per i treni reali: Si
Interesse per i treni in modello: Si

Re: E.428 da Piko?

Messaggioda Marco Del Dotto » venerdì 30 settembre 2022, 22:52

Via, per un attimo ho sognato tutto il rodiggio in RP25, mi hai riportato alla realtà, meglio che non mi faccia illusioni :( :( :(
Ciao ;-)
Avatar utente
Marco Del Dotto
Manovratore
Manovratore
 
Messaggi: 548
Iscritto il: venerdì 26 febbraio 2010, 10:46
Località: Lucca
Interesse per i treni reali: Si
Interesse per i treni in modello: Si

Re: E.428 da Piko?

Messaggioda Marco Fornaciari » venerdì 30 settembre 2022, 23:13

Da una vita attendo modelli in scala esatta e che possano circolare in casa mia ... :oops:
Ma poi ho imparato a prendere le misure di casa ... e del conto in banca :hide:

:) :) :)

Saluti
Marco Fornaciari
____________________________________________________________
Meglio essere folli per proprio conto, che saggio con le idee degli altri.
F.W. Nietzshe
Avatar utente
Marco Fornaciari
Capo Stazione Superiore
Capo Stazione Superiore
 
Messaggi: 4933
Iscritto il: venerdì 22 settembre 2006, 19:34
Località: Sorbolo di Sorbolo Mezzani (PR)
Interesse per i treni reali: Si
Interesse per i treni in modello: Si

Re: E.428 da Piko?

Messaggioda Franco Capotosto » venerdì 30 settembre 2022, 23:29

DOZ ha scritto:Guarda. Recuperati al volo da uno scatolone.
Il lenzuolo del E.645, e del E.656.

Dovrei tirar giù degli scatoloni per trovare quelli del E.428. Ma come puoi vedere, il termine trolley non è tranviario (solamente).
Giuro che l'Officina ha sempre capito quando scrivevo "strisciante trolley 1 danneggiato" o avaria all'apparecchiatura similare ;)
Ed, io ho sempre capito ciò che scrivevano i macchinisti quando ero Coordinatore Locomotive se usavano il termine TROLLEY. I tram ci sono anche a Milano .. :D :lol:

Foglione E.645
Immagine
Dettaglio scheda in basso
Immagine
In alto nel foglione, descrizione:
Immagine

Descrizione apparecchiature E 656. Leggerai più volte il termine
Immagine


Perdonami Alessà, ma Il nostro amico DOZ ha ragione da vendere; per tutti noi "interni" alla grande famiglia, il termine tecnico (a mia memoria riportato su tutti i documenti) era e rimane "trolley". Viceversa, il termine più diffuso "pantografo" riguarda più una situazione discorsiva; nei dialoghi tra colleghi, difficilmente si sarebbe mai sentito trolley, ma sempre pantografo.
Elettrificati saluti :lol:
Franco Capotosto
Staff di Ferrovie.Info

_________________
Il progresso è davvero tale solo quando le scoperte e le invenzioni sono fruibili da parte di tutti.....
Avatar utente
Franco Capotosto
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 10416
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2005, 21:15
Località: Roma

Re: E.428 da Piko?

Messaggioda Zampa di Lepre » venerdì 30 settembre 2022, 23:29

@doz...

...si, mi risulta così, almeno a me non è mai stato fatto passare quando da "ignorante" dialogavo con amici macchinisti.

Prendo però atto che siano esistiti depositi ed officine dove il termine trolley fosse usato colloquialmente e informalmente.

Per pareggiare la tua esposizione di documenti (interessanti) ti riporto la definizione di trolley presa dal vocabolario Treccani:
〈tròli〉 s. ingl. [prob. dal v. (to) troll «muoversi (ruotando)», accorciamento dell’originario trolley-pole (con pole «asta, antenna»)] (pl. trolleys 〈tròli∫〉), usato in ital. al masch. (talora, in passato, nel primo sign., adattato in tròlle). – 1. Nella trazione elettrica tranviaria e filoviaria, organo di presa per linea di contatto aerea, costituito da un’asta snodata alla cui estremità superiore è posto un piccolo contatto a forma di rotella o strisciante a cucchiaio, oggi in larga parte sostituito dal pantografo. In passato fu in uso in Italia anche la locuz. trolley-bus, prima che si affermasse l’equivalente fìlobus. 2. estens. Valigia di dimensioni piccole o medie, dotata di ruote e di maniglia estensibile che permettono di trasportarla come un carrello.

Mettiamola così: non si finisce mai di imparare :wink:
Alessandro "Zampa di Lepre" Becchetti

"... e tutti quei momenti andranno perduti nel tempo... come lacrime nella pioggia ..."
Avatar utente
Zampa di Lepre
Capo Gestione
Capo Gestione
 
Messaggi: 2676
Iscritto il: martedì 29 luglio 2008, 14:19
Località: Roma

Re: E.428 da Piko?

Messaggioda Franco Capotosto » venerdì 30 settembre 2022, 23:33

Se vogliamo andare sul pignolo, per "trolley" si intendono TUTTI quegli organi deputati ad attingere corrente per la movimentazione del mezzo, mentre "pantografo" indica una tipologia di trolley realizzata appunto a pantografo, dalla inconfondibile forma (per capirci meglio, nulla di monobraccio).
Precisini saluti
Franco Capotosto
Staff di Ferrovie.Info

_________________
Il progresso è davvero tale solo quando le scoperte e le invenzioni sono fruibili da parte di tutti.....
Avatar utente
Franco Capotosto
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 10416
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2005, 21:15
Località: Roma

Re: E.428 da Piko?

Messaggioda Zampa di Lepre » venerdì 30 settembre 2022, 23:40

Fra ...mi dispiace ma anche il monobraccio è un pantografo, asimmetrico ma pantografo (è proprio il tipo di leve e incernieramenti che determina il nome).
Inoltre... NO, casomai è il contrario..anche trolley è un termine specifico per un preciso tipo di presa di corrente: stanga e rotella.
Che poi nel colloquiale si faccia un uso promiscuo ci puo stare ...ma i testi di ingegneria ferroviaria sono precisi a questo riguardo.
Alessandro "Zampa di Lepre" Becchetti

"... e tutti quei momenti andranno perduti nel tempo... come lacrime nella pioggia ..."
Avatar utente
Zampa di Lepre
Capo Gestione
Capo Gestione
 
Messaggi: 2676
Iscritto il: martedì 29 luglio 2008, 14:19
Località: Roma

Re: E.428 da Piko?

Messaggioda Franco Capotosto » venerdì 30 settembre 2022, 23:44

Zampa di Lepre ha scritto:Fra ...mi dispiace ma anche il monobraccio è un pantografo, asimmetrico ma pantografo (è proprio il tipo di leve e incernieramenti che determina il nome).
Inoltre... NO, casomai è il contrario..anche trolley è un termine specifico per un preciso tipo di presa di corrente: stanga e rotella.
Che poi nel colloquiale si faccia un uso promiscuo ci puo stare ...ma i testi di ingegneria ferroviaria sono precisi a questo riguardo.


Aridaje..... :dubbio: il pantografo nacque come strumento per il disegno tecnico, ed era caratterizzato dalla sua inconfondibile forma (appunto "a pantografo"), poi mutuata in ferrovia. Ma se la pensi diversamente va bene lo stesso, il mondo è bello perchè è vario.

P.S. lascia perdere wikipedia ed altri cose analoghe non ufficiali, quando si tratta di termini ferroviari. Ho detto "ferroviari", non tranviari.
Franco Capotosto
Staff di Ferrovie.Info

_________________
Il progresso è davvero tale solo quando le scoperte e le invenzioni sono fruibili da parte di tutti.....
Avatar utente
Franco Capotosto
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 10416
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2005, 21:15
Località: Roma

Re: E.428 da Piko?

Messaggioda ale601 » lunedì 3 ottobre 2022, 14:20

A chi interessasse, un negozio della costa tirrenica toscana ha messo, tra le novità prenotabili, le E428 Piko (per ora di epoca III, un esemplare per ognuna delle quattro serie) a euro 243 le analogiche (prezzo pieno euro 270) e a euro 333 le "digital sound" (prezzo pieno euro 370). Negli annunci c'è scritto che i prezzi suddetti sono indicativi e potrebbero subìre variazioni.
Comunque è già un riferimento...
ale601
Manovratore
Manovratore
 
Messaggi: 683
Iscritto il: martedì 3 aprile 2007, 15:26

PrecedenteProssimo

Torna a Informazioni e tecnica in Scala H0 e N

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 5 ospiti