Plastico Tarvisio Bosco Verde

Utilizza questo forum per ricevere e scambiare informazioni relative alle tecniche di realizzazione di plastici, diorami, strutture, ecc.

In collaborazione con:
Immagine

Moderatori: luciano lepri, Marco Molinari

Re: Plastico Tarvisio Bosco Verde

Messaggioda Marco Birri » martedì 22 dicembre 2020, 11:02

Sul mio blog, che spero di rinnovare al più presto con qualcosa di più serio, ho fatto un veloce riassunto fotografico di quanto realizzato quest'anno.
Tra strutture, telai, stazioni nascoste, elettronica, edifici, posso dirmi soddisfatto.

Ancora di più perché, finalmente, inizio a montare i telai del livello 0 che sarà il più entusiasmante da realizzare con tante soluzioni da applicare.
Immagine

E con il periodo di bollini arancioni e rossi, penso che di tempo per continuare i lavori ne avrò tanto.
Marco Birri
I treni non conta dove vanno. L'importante è decidere di prenderli.
Modellista plasticista - scala H0
DCC Ready: centrale Digikeijs DR5000, Software RocRail
blog: https://marco1016.blogspot.com/
Avatar utente
Marco Birri
Telegrafista
Telegrafista
 
Messaggi: 1035
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2005, 8:40
Località: Martignacco (UD)
Interesse per i treni reali: Si
Interesse per i treni in modello: Si
Epoche di interesse: IV - V - VI
Interesse per i treni: Italiani e stranieri

Re: Plastico Tarvisio Bosco Verde

Sponsor

Sponsor
 

Re: Plastico Tarvisio Bosco Verde

Messaggioda Marco Birri » lunedì 28 dicembre 2020, 17:21

L'anno non è finito e, come previsto visti gli ultimi DPCM, il tempo libero a disposizione è veramente tanto.
Ecco dunque un altro tassello alla costruzione del plastico.

Immagine

I moduli del livello 0 continuano a prendere forma.
Il materiale scelto per la costruzione è il compensato di pioppo da 10mm, usato sia per la struttura che per i piani che sostengono le linee ferroviarie.

Per garantire al plastico lunga vita, ho scelto di dare a tutto il legno una mando di fondo bianco. Le parti a vista, per uniformità con il resto della struttura, saranno dipinte di grigio.

Come sempre, vi rimando al mio blog per tutti gli aggiornamenti:
Marco Birri
I treni non conta dove vanno. L'importante è decidere di prenderli.
Modellista plasticista - scala H0
DCC Ready: centrale Digikeijs DR5000, Software RocRail
blog: https://marco1016.blogspot.com/
Avatar utente
Marco Birri
Telegrafista
Telegrafista
 
Messaggi: 1035
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2005, 8:40
Località: Martignacco (UD)
Interesse per i treni reali: Si
Interesse per i treni in modello: Si
Epoche di interesse: IV - V - VI
Interesse per i treni: Italiani e stranieri

Re: Plastico Tarvisio Bosco Verde

Messaggioda Marco Birri » giovedì 7 gennaio 2021, 9:57

Cari amici, buon anno.
Con il 2021 inizio la parte più interessante e divertente della costruzione del plastico: la modellazione del paesaggio.
Immagine

Mi sono reso conto che per poter procedere con la costruzione dei moduli, avrei dovuto bloccare in posizione il modulo 1, cosa che avrebbe reso difficile lavorarci.
Ho quindi cambiato programma, passando a realizzare il modulo 1 con le rimesse locomotive, l'ingresso delle due linee italiane ed i binari di ricovero.

Immagine
Il piano di base è sempre compensato da 10mm, fissato con viti alla struttura. Su questo ho realizzato gli scansi per le fosse di visita e per la trincea della linea a doppio binario.

La linea a binario unico, invece, è in salita ed è realizzata con un settore circolare installato su supporti che lo portano dal livello 0 verso la quota finale.

Immagine

Il terreno è realizzato con gesso scagliola dipinto nella mescola con tempera marrone.

Tutti gli aggiornamenti sul mio blog: https://marco1016.blogspot.com
Marco Birri
I treni non conta dove vanno. L'importante è decidere di prenderli.
Modellista plasticista - scala H0
DCC Ready: centrale Digikeijs DR5000, Software RocRail
blog: https://marco1016.blogspot.com/
Avatar utente
Marco Birri
Telegrafista
Telegrafista
 
Messaggi: 1035
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2005, 8:40
Località: Martignacco (UD)
Interesse per i treni reali: Si
Interesse per i treni in modello: Si
Epoche di interesse: IV - V - VI
Interesse per i treni: Italiani e stranieri

Re: Plastico Tarvisio Bosco Verde

Messaggioda Marco Birri » lunedì 11 gennaio 2021, 12:31

Tra giorni gialli e quelli arancione, aspettando di passare al rosso, approfitto delle tante ore libere per procedere con i lavori.
Sto completando il primo modulo, cercando di completare quante più cose possibili, visto che, una volta messo in posizione, sarà scomodo lavorarci.

Immagine

Le linee principali sono ormai complete, posata la massicciata, la canalina dei cavi, i pali per la TE sulla linea principale ed il primo segnale.

La parte dedicata al carico scarico dei carri merci è quasi completa. Ho recuperato le lastrine Auhagen che avevo installato sul precedente plastico, per fortuna sono riuscito a salvarle tutte, adattandole alla nuova disposizione.
Immagine

Mentre la G2000 Serfer attende di entrare in stazione, da questa ripresa si nota il segnale a due vele di protezione della stazione principale. Sul binario di destra verrà installato un analogo segnale ma con vele quadre. Un terzo segnale sempre a due vele tonde, sarà installato sulla linea a binario unico.
Immagine

Piccola nota di colore.
Immagine
Marco Birri
I treni non conta dove vanno. L'importante è decidere di prenderli.
Modellista plasticista - scala H0
DCC Ready: centrale Digikeijs DR5000, Software RocRail
blog: https://marco1016.blogspot.com/
Avatar utente
Marco Birri
Telegrafista
Telegrafista
 
Messaggi: 1035
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2005, 8:40
Località: Martignacco (UD)
Interesse per i treni reali: Si
Interesse per i treni in modello: Si
Epoche di interesse: IV - V - VI
Interesse per i treni: Italiani e stranieri

Re: Plastico Tarvisio Bosco Verde

Messaggioda Marco Birri » lunedì 8 febbraio 2021, 13:57

Per poter proseguire la costruzione del livello 0, devo risolvere alcuni problemi delle linee inferiori.
Primo tra tutti la catenaria delle parti non a vista, in particolare dove lo spazio tra una linea e la struttura superiore non permette ai pantografi di estendersi completamente.

Nel tempo ho provato molte soluzioni e non vorrei dover bloccare i pantografi come fa qualche amico fermodellista.
Dopo aver tentato con fil di ferro ramato e rotaie recuperate, ho acquistato delle bacchette di acciaio ramato normalmente usate nella saldatura di tubi di rame e ottone.
Diametro esterno 2mm, lunghezza 333mm.

Ho unito tra loro le bacchette con dei tubicini di rame con diametro interno di circa 2mm, saldandoli a stagno. Così sono riuscito a realizzare barre da quasi 1 metro. Ovviamente le giunture sono state lucidate per evitare impuntamenti.

Immagine

Immagine
Marco Birri
I treni non conta dove vanno. L'importante è decidere di prenderli.
Modellista plasticista - scala H0
DCC Ready: centrale Digikeijs DR5000, Software RocRail
blog: https://marco1016.blogspot.com/
Avatar utente
Marco Birri
Telegrafista
Telegrafista
 
Messaggi: 1035
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2005, 8:40
Località: Martignacco (UD)
Interesse per i treni reali: Si
Interesse per i treni in modello: Si
Epoche di interesse: IV - V - VI
Interesse per i treni: Italiani e stranieri

Re: Plastico Tarvisio Bosco Verde

Messaggioda Marco Birri » venerdì 19 febbraio 2021, 13:21

Momento emozionante quello vissuto questa settimana.
Il modulo 1 del livello 0, quello che ospita la rimessa locomotive e le curve di uscita della linea RFI, è stato messo nella sua posizione definitiva.
Non è ancora completo, ma dovevo liberare il tavolo della taverna dove il modulo è nato, per far posto.
Immagine

Finalmente inizia a prendere forma il livello 0, quello che resterà visibile.
Nel frattempo proseguono i lavori sul modulo 2, in particolare con la posa della catenaria e dei binari delle linee OBB ed RFI che passano ad un livello intermedio tra lo 0 ed il -1.

Piccola nota di colore, per festeggiare l'evento, ho approfittato del modulo 1 per un set fotografico alle quattro locomotive Inrail:
Immagine

Da sinistra:
191.001 INR in livrea commemorativa per i 10 anni di Inrail (modello Piko 59598 arrivato da pochi giorni)
190.311 INR in livrea aziendale (modello Roco 62378)
190.314 INR in livrea Fuorimuro (modello Roco 73520)
193.847 in livrea aziendale (modello Piko 59193)

Come sempre, rimandoal mio blog per gli aggiornamenti completi sui lavori
Marco Birri
I treni non conta dove vanno. L'importante è decidere di prenderli.
Modellista plasticista - scala H0
DCC Ready: centrale Digikeijs DR5000, Software RocRail
blog: https://marco1016.blogspot.com/
Avatar utente
Marco Birri
Telegrafista
Telegrafista
 
Messaggi: 1035
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2005, 8:40
Località: Martignacco (UD)
Interesse per i treni reali: Si
Interesse per i treni in modello: Si
Epoche di interesse: IV - V - VI
Interesse per i treni: Italiani e stranieri

Re: Plastico Tarvisio Bosco Verde

Messaggioda Marco Birri » mercoledì 17 marzo 2021, 17:04

Le ferrovie non sono più fatte solo di due rotaie e migliaia di traversine su cui corrono più o meno velocemente i treni. Ci sono deviatoi, segnali, sistemi di sicurezza, illuminazione, apparati e dispositivi vari.
Così anche nel mio piccolo, la mia ferrovia in scala presenta numerosi dispositivi elettrici ed elettronici che permettono di gestire la circolazione dei treni in sicurezza tramite PC, tablet e cellulari.
Per fare questo bisogna installare e configurare un sacco di apparati.
In questo periodo mi sto dedicando ai servomotori con cui muoverò gli scambi del livello 0 e 1.
Rispetto ai classici solenoidi usati nelle stazioni nascoste, i servomotori presentano alcune caratteristiche salienti che me li fanno preferire per il movimento degli aghi dei deviatoi a vista.
1. il movimento può essere modificato in ampiezza e velocità
2. è possibile attivare un microswitch per la polarizzazione dei cuori dei deviatoi.

Per contro l'installazione e configurazione non è rapida come per i solenoidi che basta agganciarli allo scambio e collegare i tre fili al decoder ed il gioco è fatto.

Ma a noi piace complicarci la vita, quindi, avanti tutta.

Immagine

Primo passo ho preparato i supporti in lamierino tagliato al laser, piegato le alette di supporto ed il fulcro della leva.
secondo montato il servo con relativa leva, l'asta che muoverà gli aghi, il microswitch con i suoi tre fili e relativi connettori
terzo, collegato il tutto al decoder e programmato le CV dello stesso per arrivare alla corretta ampiezza del movimento.

Immagine

A questo va aggiunto il lavoro di cablaggio degli scambi e dei binari attigui con l'alimentazione DCC.

Il decoder utilizzato è il DAC-A200 di oscilloscopio che permette di pilotare 7 servo.


Rimando al mio blog per gli aggiornamenti completi sui lavori
Marco Birri
I treni non conta dove vanno. L'importante è decidere di prenderli.
Modellista plasticista - scala H0
DCC Ready: centrale Digikeijs DR5000, Software RocRail
blog: https://marco1016.blogspot.com/
Avatar utente
Marco Birri
Telegrafista
Telegrafista
 
Messaggi: 1035
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2005, 8:40
Località: Martignacco (UD)
Interesse per i treni reali: Si
Interesse per i treni in modello: Si
Epoche di interesse: IV - V - VI
Interesse per i treni: Italiani e stranieri

Re: Plastico Tarvisio Bosco Verde

Messaggioda Marco Birri » giovedì 22 aprile 2021, 17:03

Come raccontavo un mese fa, i collegamenti da fare sul modulo 2 sono tanti, troppi. Centinaia. In un solo metro quadro...
Immagine

Inoltre proprio in quel modulo si incrociavano le due linee che dalle stazioni nascoste portavano alla parte a vista.
Scrivo al passato perchè, visto il poco spazio tra una linea e l'altra e per montare servo e cablaggi, ho deciso di rivedere in parte il progetto, modificando l'andamento delle due linee.

Immagine
Ho spostato il punto di scavalco tra la linea OBB e la linea RFI dal lato opposto del plastico, riducendo le pendenze e aumentando lo spazio libero sopra a ciascuna linea.
Questo mi permette di lavorare con più tranquillità.

La modifica l'ho presentata con più dettagli qui, sul mio blog, che spero vorrete passare a visitare.
Marco Birri
I treni non conta dove vanno. L'importante è decidere di prenderli.
Modellista plasticista - scala H0
DCC Ready: centrale Digikeijs DR5000, Software RocRail
blog: https://marco1016.blogspot.com/
Avatar utente
Marco Birri
Telegrafista
Telegrafista
 
Messaggi: 1035
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2005, 8:40
Località: Martignacco (UD)
Interesse per i treni reali: Si
Interesse per i treni in modello: Si
Epoche di interesse: IV - V - VI
Interesse per i treni: Italiani e stranieri

Re: Plastico Tarvisio Bosco Verde

Messaggioda Marco Birri » lunedì 17 maggio 2021, 11:55

Dopo quasi 3 mesi di lavoro, posso dire di aver completato i collegamenti elettrici di binari e deviatoi. Finalmente ho potuto far muovere la prima locomotiva sul modulo 1 e verificare che tutto funzionasse a dovere.
:yahoo:
Immagine

Stando di saldature e collegamenti (ho pure bruciato la punta della stazione saldante, dopo 15 anni di onorato servizio), nel weekend, visto il meteo inclemente, ho deciso di dedicarmi un po' a quello che sta sopra al plastico.
Immagine

Ho quindi installato il piano di carico con il magazzino ancora in costruzione (non ricordo nemmeno quando l'ho iniziato...)
Il PdC è realizzato con un pezzo di sandwich di forex e polistirolo, dello spessore corretto per queste realizzazioni. E' usato per realizzare cartelloni pubblicitari che devono stare all'aperto e l'ho trovato di recupero, a costo 0.

Per il piazzale di carico ho deciso di usare le lastrine Auhagen art. 41 206, molto comode, con incastri precisi. Una volta invecchiate riproducono fedelmente lo stesso tipo utilizzato nei piazzali delle stazioni di Tarcento e Carnia sulla nuova Pontebbana.
Marco Birri
I treni non conta dove vanno. L'importante è decidere di prenderli.
Modellista plasticista - scala H0
DCC Ready: centrale Digikeijs DR5000, Software RocRail
blog: https://marco1016.blogspot.com/
Avatar utente
Marco Birri
Telegrafista
Telegrafista
 
Messaggi: 1035
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2005, 8:40
Località: Martignacco (UD)
Interesse per i treni reali: Si
Interesse per i treni in modello: Si
Epoche di interesse: IV - V - VI
Interesse per i treni: Italiani e stranieri

Re: Plastico Tarvisio Bosco Verde

Messaggioda Marco Birri » martedì 23 novembre 2021, 21:50

Aggiornamento semestrale in arrivo sul primo binario.
In questi mesi i lavori sul plastico sono andati avanti e con mia soddisfazione per i risultati raggiunti.
I moduli M1 ed M2, i primi due della parte a vista, sono ormai quasi completi in tutte le loro parti, dai binari alla parte elettrica al paesaggio.
Manca solo la linea aerea e relativa palificazione.

Immagine
Questo il modulo M1 con le rimesse e le linee RFI in ingresso. A destra la facciata della futura rimessa locomotive stampata su carta per una prova di ingombro.

Anche il modulo M2 si presenta quasi completo. Binari e Deviatoi sono posati e funzionanti. Devo dire che il settaggio dei servo usati per muovere i deviatoi è stato lungo e laborioso. Non credo di aver ancora raggiunto una standardizzazione per i prossimi moduli.
Immagine

Un po' di immagini riprese da vari punti dei moduli:
Immagine
Dal sentiero sul retro dei binari di scalo

Immagine
Locomotive vecchie e nuove in sosta nel piazzale del DL
Marco Birri
I treni non conta dove vanno. L'importante è decidere di prenderli.
Modellista plasticista - scala H0
DCC Ready: centrale Digikeijs DR5000, Software RocRail
blog: https://marco1016.blogspot.com/
Avatar utente
Marco Birri
Telegrafista
Telegrafista
 
Messaggi: 1035
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2005, 8:40
Località: Martignacco (UD)
Interesse per i treni reali: Si
Interesse per i treni in modello: Si
Epoche di interesse: IV - V - VI
Interesse per i treni: Italiani e stranieri

Precedente

Torna a Plastici e Diorami

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti